PROVA FINALE

Crediti: 
27
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Valutare la capacità dello studente di lavorare in autonomia, la sua autonomia di giudizio, le sue abilità comunicative e la sua capacità di apprendimento.

Prerequisiti

Aver sostenuto tutti gli esami previsti dal corso di laurea.

Contenuti dell'insegnamento

La prova finale consiste nella discussione dell'elaborato di tesi esposto davanti ad una Commissione composta da 7 docenti di ruolo dell’Ateneo di Parma.

Programma esteso

La prova finale consiste nella discussione dell'elaborato di tesi esposto davanti ad una Commissione composta da 7 docenti di ruolo dell’Ateneo di Parma.

Bibliografia

Bibiliografia indicata dal relatore di tesi

Metodi didattici

Confronto diretto con il relatore di tesi durante la preparazione dell'elaborato

Modalità verifica apprendimento

La prova finale consiste nella discussione di un elaborato originale esposto davanti ad una Commissione composta da 7 docenti di ruolo dell’Ateneo di Parma.
Il Presidente della Commissione deve essere scelto tra i professori di ruolo della Commissione, dando di norma la preferenza al Direttore del Dipartimento o al Presidente del Corso di Studio, ovvero al Professore di prima fascia con la maggiore anzianità di ruolo.
Il punteggio di ammissione all’esame di laurea è dato dalla media pesata per i crediti dei voti conseguiti negli esami di profitto.
Il punteggio della tesi è compreso tra 0 e 10 punti, a discrezione della Commissione. Nell’attribuzione del punteggio la Commissione, oltre al contenuto culturale della tesi, valuta il raggiungimento da parte del candidato dei seguenti indicatori:
• autonomia di giudizio
• abilità comunicative
• capacità di apprendimento
È previsto un bonus di fino a due punti per attività di studio (anche non all’interno del programma Erasmus+) svolte all’estero, valutate sulla base della durata e qualificazione. Lo studente che desideri chiedere l’attribuzione del bonus, dovrà farne richiesta al refe-rente per l’internazionalizzazione del Corso di Laurea, almeno 15 giorni prima della seduta, presentando la documentazione che attesti le attività di studio svolte all’estero.
La proposta di lode deve essere approvata all’unanimità dalla Commissione. Il voto di laurea è espresso in 110mi ed è comunicato all’atto della cerimonia di proclamazione.
Alla prova finale sono attribuiti 27CFU.
Lo studente illustra in seduta di laurea i risultati del lavoro svolto, con una presentazione di slide o alla lavagna della durata indicativamente di almeno 20 minuti, a discrezione della Commissione.

Altre informazioni

Per il conseguimento della Laurea Magistrale in Matematica è richiesta la presentazione di una tesi originale elaborata dallo studente sotto la guida di un relatore, sulle tematiche congruenti con gli obiettivi del Corso di Laurea.
La tesi può essere costituita da un manoscritto, oppure da un elaborato di progetto accompagnato da un manoscritto, oppure da un elaborato elettronico accompagnato da un manoscritto.
Il manoscritto può essere redatto in lingua italiana o in lingua inglese. In questo ultimo caso, il frontespizio della tesi deve riportare, nell’ordine, il titolo in italiano e il titolo in inglese; deve essere inoltre fornito un riassunto della tesi in lingua italiana.
La tesi deve essere rilegata in modo che le pagine non siano sostituibili; in particolare non è ammessa la rilegatura con spirale.
Il Presidente del Corso di Studio su richiesta del Relatore può acquisire un parere scritto sulla tesi da parte di un esperto.